Sorano

Piccolo gioiello dell’Area del Tufo, Sorano è un caratteristico borgo della Maremma Toscana che sorge imponente su una collinetta di tufo, dalla quale dona una splendida vista sulle sottostanti valli del fiume Lente.
Di origine medievale, il borgo custodisce ancora oggi un aspetto austero ed al tempo stesso affascinante, con i suoi edifici in pietra, la grande fortezza che domina l’abitato, gli stretti vicoli e le grandiose mura di cinta.
Molte le attrazioni di questa cittadina toscana, un modo unico e indimenticabile per ripercorrere i secoli di storia antica e scoprire le antiche tradizionid di questo territorio.

Cosa vedere a Sorano

Fortezza Orsini : realizzata dagli Aldobrandeschi nel corso del XII secolo, la fortezza venne ereditata dagli Orsini, che ne fecero la loro residenza ufficiale, alla fine del XIII secolo. Si tratta di un edificio dall’architettura estremamente complessa, accessibile esclusivamente attraverso una porta provvista di ponte levatoio. La fortezza si sviluppa su differenti livelli e comprende vari complessi :il castello, il fossato, la cortina muraria ed un edificio aggiunto solo in epoca cinquecentesca. Il castello è la parte più antica della fortezza, era la residenza padronale dei Conti Orsini, molto belle le sale interne decorate con affreschi quattrocenteschi di scuola senese commissionati da Niccolò IV Orsini. Il più particolare di questi affreschi raffigura lo spartito della canzone “io mi son giovinetta” di Giovanni Boccaccio, tratto dal Decamerone.

Collegiata di San Niccolò : è il principale edificio sacro di Sorano, la sua costruzione è sicuramente antecedente al 1276. Nel corso del 1290 la chiesa venne restaurata per volere della Contessa Margherita di Montfort che commissionò il lavoro a maestranze senesi. La chiesa venne innalzata al ruolo di collegiata nel 1509. La Chiesa al suo interno è molto semplice ed elegante, ospita un dipinto raffigurante San Giuseppe, realizzato da Pietro Aldi (celebre pittore mancianese) nel XIX secolo.

Palazzo Orsini : a pochi metri dalla chiesa di San Niccolò, sorge il Palazzo Orsini, edificio che fu la prima residenza ufficiale della famiglia Orsini a Sorano. La sua costruzione avvenne nella prima metà del XIII secolo, svolse la sua funzione di residenza per la famiglia di conti per tutto il XV secolo, per poi essere abbandonata in favore della Fortezza Orsini appena ristrutturata.

Mura : costruite originariamente dagli Aldobrandeschi durante il XII secolo, le mura costituivano il sistema difensivo della città e comprendevano anche l’imponente rocca. La cinta muraria venne rafforzata dagli Orsini e successivamente dai Lorena. Oggi le mura comprendono due importanti fortificazioni, la rocca e il Masso Leopoldino, e due porte di accesso, Porta di Sopra e Porta di Sotto (conosciuta anche come Porta dei Merli).

Masso Leopoldino : costruito sul lato opposto rispetto alla Fortezza Orsini, il Masso Leopoldino rappresentava una delle principali fortificazioni della città di Sorano.
Esisteva una prima costruzione, nota come Rocca Vecchia, già in epoca medievale ma la costruzione vera e propria del Masso Leopoldino avvenne sotto il governo dei Lorena.

Un po’ di storia

Sicuramente fre quentata già dal III secolo a.C. durane le conquiste romane, l’area attorno Sorano ospitava sicuramente dei piccoli villaggi già in epoca etrusca, sotto il controllo della potente città di Sovana.
Le prime notizie in merito all’esistenza di un castello risalgono all’862, anno in cui l’Imperatore Ludovico firmò la Costituzione della Contea Aldobrandesca. Sorano fu un possedimento degli Aldobrandeschi fino al 1312, e alla caduta della nobile famiglia passò, per matrimonio, sotto il controllo degli Orsini. Il governo dei conti Orsini fu positivo per Sorano, che in pochi decenni prosperò fino ad diventare un importante centro economico e divenendo, anche per questo, motivo di interesse nelle mire espansionistiche della vicina Repubblica di Siena, che riuscì a conquistare sorano nel 1417, detenendo il potere fino al 1555. Alla caduta della Repubblica di Siena gli Orsini riuscirono a riconquistare Sorano, ma solo fino al 1640, quando i Medici riuscirono ad impossessarsi della città.

Come arrivare a Sorano

Dall’Agriturismo Poggio alle Calle procedere sulla SP159 per circa 2km, svoltare sulla SR74 in direzione di Strada Provinciale Pitigliano – Santa Fiora e seguire le indicazioni per Sorano (circa 34 km).

Cosa dicono i viaggiatori